сряда, 26 февруари 2014 г.

uomo e natura...una cosa sola

Tatanka Iyotake o Tatanka Yotanka,Toro Seduto, Sioux

da:Il Grande Spirito parla al nostro cuore

Quando ti avvicini a un piccolo ruscello e ti vuoi lavare, devi prima metterti in raccoglimento e parlare all’acqua che scorre. Non è possibile immergere semplicemente la mano e lavarti il volto con l’acqua fresca, devi mostrare timore e camminare piano fino al ruscello.
Una volta arrivato prendi un po’ d’acqua e bagnati quattro volte il volto, poi china il capo e prega.
Ogni corso d’acqua dell’antica regione dei Chiricahua è per noi sacro.


......meditiamo gente...meditiamo....





scritto Sakune Kansai alle 17:38 Nessun commento:
martedì 14 giugno 2011
dignità....parola sublime
"Non è come nasci, ma come muori, che rivela a quale popolo appartieni".

Alce Nero, 1890

questo è poco ma sicuro...

http://digilander.libero.it/PensieriInVolo/afoindianiamerica/barpenas.jpg
scritto Sakune Kansai alle 14:59 Nessun commento:
venerdì 16 aprile 2010
il viaggio dell' anima
scritto Sakune Kansai alle 09:45 5 commenti:
domenica 21 marzo 2010
dolce notte

Buonanotte mondo...
affinchè i sogni piu belli avvolgano la Madre Terra e che tutte le sue creature possano dormire cullate dal suo calore e dal suo dolce canto...
scritto Sakune Kansai alle 23:03 2 commenti:
giovedì 15 ottobre 2009
come piante al vento
Sono come la pianta che cresce sulla nuda roccia:

quanto più mi sferza il vento tanto più affondo le mie radici.

PROVERBIO NATIVO

http://www.fulminiesaette.it/_uploads/foto/097/cappero.jpg


Quant è vera questa frase ....
è sempre cosi...
quanto piu' le situazioni o gli eventi negativi ci
scalfiscono dentro tanto piu' forti diventiamo...
in caso contrario ditemi voi che senso mai avrebbe il Dolore?





scritto Sakune Kansai alle 21:57 4 commenti:
lunedì 12 ottobre 2009
Dance with wolfes
Bhe che dire...sono a dir poco entusiasta del film appena visto...Balla coi Lupi...che capolavoro!
Un film che non lascia spazio ad alcun dubbio...il popolo dei Nativi è a dir poco meraviglioso...per spiritualità e bellezza...
Non capisco e forse non saprò mai il mortivo che mi spinge cosi tanto verso di loro, questa forza di attrazione inspegabile ,assurda...ma son felice di averla e di sentirla perchè non puo' che farmi bene....

http://digilander.libero.it/lutes/balla%20coi%20lupi.jpg
scritto Sakune Kansai alle 23:30 3 commenti:
mercoledì 23 settembre 2009
RIECCOMI

Rieccomi qui dopo tanto tempo..un'assenza giustificata da tanti eventi belli e cambiamenti in atto che mi hanno fatto un po'allontanare da questo blog ..ma adesso rieccomi qua per rintraprendere il magico cammino nella cultura nativa con articoli, riflessioni ed approfondimenti , perche' non c' è cosa piu' bella che imaparare e arricchirsi dagli insegnamenti di questo popolo meravilgioso che non si sa per uqale motivo è spesso denigrato e sottovalutato anzichè esser considerato esempio e modello di vita per noi occidentali che abbiamo ormai dimenticato la nostra vera natura e le cose veramente importanti...adesso si riparte!



Canto di Mezzanotte
scritto Sakune Kansai alle 10:36 1 commento:
venerdì 8 maggio 2009
madre terra...
Bhe eccomi qua come promesso printa a raccontare quanto vissuto nei 4 gg in cui sono stata in Abruzzo..
A dire il vero scrivo solo ora , perchè forse era giusto un attimo metabolizzare bene quanto vissuto e a mente fredda descrivere quanto ho provato e sentito...
Sono stati giorni particolari,davvero...
un misto di sensazioni mi pervadevano l animo...
rabbia per l'impotenza dinnazi a certe catastrofi, tristezza per gli sguardi della gente che mi trapassavano l'anima e che mi portero dentro sempre...
gioia nel sentire gli schiamazzi e le risate dei bimbi che correndo nel campo , forse ignari di tante cose, emettevano un' incredibile e bellissima melodia capace di soffocare quel rumore tremendo e terrificante della terra che tremando, a tratti , e quasi impercettibilmente, tornava a farsi sentire...
E poi che dire....gente ovunque....volontari, grandi vigili dl fuoco , carabinieri,protezione civile e tante persone che si deidicavano oguno a qualcosa...sembrava di essere una grande famgilia, sembrava che ci si conoscesse tutti quanti da una vita....
che strano però l'effetto che fa una tragedia....
Quando si sta bene , quando si vive senza problemi e in tranquillità a nessuno sembra fregarsene nulla dell'altro...
egoismo ed individualismo prevalgono incontrastati...arriva una tragedia...e???
mi chiedo se bisogna aspettare una catastorfe per assistere a tanta solidarietà e bontà dell'animo umano...bha..
che strana la vita...ma In ogni caso è stato bellissimo vedere la gente aver voglia di reagire...si respirava la loro rabbia, si...ma una rabbia che credo li darà la forza di andare avanti e ricostruire pezzo per pezzo cio che li è stato tolto...
Cio' che piu di tutto mi ha fatto riflettere? La fugacità dell'esistenza...Si tocca con mano la sensazione della precarietà della vita...un attimo e tutto finisce,basta davvero qualche secondo e perdi tutto quello che hai costruito da sempre....
La vita è davvero un soffio...
Come non ricordare gli amici clown dell'Associazione Ancis POlitetia di Roma...
persone splendide...che darebbero colore anche al buio piu profondo...Grazie ragazzi...per gli attimi trascorsi assieme...
Ho promesso di tornarci un giorno, non so quando...ma so solo che lo farò....
ed intanto una parte di me resta li....


scritto Sakune Kansai alle 01:25 2 commenti:
martedì 14 aprile 2009
il risveglio del guerriero...
Ci sono momenti nella vita in cui l'uomo non puo' non ascoltare la sua voce interiore...quello spirito guida che lo conduce verso percorsi e strade sempre diverse...
Ci sono momenti in cui si capisce di dover cambiare strada...prateria in cui correre...ci sono momenti in cui senti il bisogno di respirare aria nuova e di lasciarti trasportare dal vento laddove conducono i batitti del proprio cuore ...anche a rischio di cadere nel buio...perche' tra la paura dell'ignoto e l'oscurità tagliente dei luoghi da cui vorresti fuggire io preferisco la prima...Non temo nuove battaglie, non temo la notte...
Ho solo sete di nuovi canti, nuove scoperte e danze sotto la luna....
ho sete di nuove Direzioni da seguire...
E col vento tra i capelli , la forza del Grande Spirito e il coraggio nel cuore
so che nuovi sentieri per me si apriranno come splendidi fiori che si schiudono al sole dopo un freddo inverno e che nonostante le dure tempeste serberanno sempre un dolce profumo per tutti coloro che mi saranno accanto....

Mariella
http://www.cantodimezzanotte.com/img/hankoca.gif

scritto Sakune Kansai alle 14:32 2 commenti:
domenica 1 marzo 2009
morire da guerriero
Quando un guerriero indiano usciva in cerca di un nemico,portava con sè tutti gli abiti migliori...
Il vestiario lo si riponeva in una borsa speciale che pendeva al fianco del cavallo...
La sacca conteneva:
- mocassini di scorta ricamati in perline
-acconciatura di guerra
-colori per tingersi
-uno specchio
-oggetti speciali di medicina
In vista di una battaglia per prima cosa
il guerriero provvedeva a togliersi gli abiti comuni, affrettandosi ad indossare quelli buoni.
Inoltre se ne aveva il tempo, si tingeva il viso alla maniera che piu' gli era propria, faceva,insomma , tutto quello che era necessario per assumere l'aspetto piu' splendido possibile: si preparava a morire....

Ogni indiano deisdera avere l'apsetto milgiore qaundo si presenterà al Grande Spirito...
perciò il rito di abbigliarsi viene compiuto quando il pericolo è imminente , che si tratti di una battaglia ,di una malattia, o incidente....

(continua...)

http://www.ecologiasociale.org/img/indiani.jpg

scritto Sakune Kansai alle 23:56 3 commenti:
venerdì 20 febbraio 2009
Attenzione agli speculatori ...
Salve a tutti...
condivido con voi tutti i consigli e le parole giuste di Alessandro Zandoli
che ci mette in guardia da tutto gli specualtori sui nativi americani ...leggete ragazzi e restiamo in ascolto...

Canto di Mezzantotte

Cosi scrive Alessandro :

"Il rito inipi o più comunemente sweat lodge (anche se tale termine è a dir poco impreciso e riduttivo) era ed è uno dei più antichi della tradizione Lakota e di molte altre nazioni indiane del centro nord America.
La struttura dove i Lakota eseguono l’inipi si chiama initi che significa “un tipi in cui fare ini”, quando fa ini il Lakota rafforza la propria ni cercando di espellere tutto ciò che è nocivo.
La ni del Lakota è ciò che il corpo assimila con il respiro,che lo pervade e che lo mantiene in vita, il soffio vitale.
Quando la ni abbandona il corpo, il Lakota muore.
Più precisamente quando il Lakota dice inipi intende dire che fa ini.
Il Lakota tramite l’inipi cerca di rafforzare il proprio ni e simultaneamente di purificare il proprio corpo, ma essenzialmente è una purificazione interiore che permette di sentirsi più vicino al “Grande mistero”.
L’inipi è collegato alla base di tutte le cerimonie importanti e in particolar modo all’uso della cannunpa Wakan ( pipa sacra), questo perché il fornello della cannunpa Wakan è costituito da Inyan (roccia) più specificatamente da roccia rossa è cioè da Tunkasila (l’antenato,avo,il nonno) e dalla carne stessa dei Tunkasilas (entità spirituali),e la roccia è elemento fondamentale nell’inipi.
L’initi è costituita da 12 o meglio ancora 16 rami di salice bianco che conficcati nel terreno e curvati formano una cupola del diametro 2 o 3 metri con l’ingresso generalmente rivolto a Est.
La base è circolare dato il fatto che l’universo, le direzioni, il sole, la vita dell’uomo e tutta la creazione si riconducono al cerchio.
Anticamente ricoperta da pelli di bisonte oggi vengono usate coperte o teli, visto il delicato tentativo di ripopolare le praterie di bisonti.
All’ interno dell’initi viene scavata una buca a forma circolare profonda circa 35-40cm che rappresenta l’universo e dove poi vengono deposte le pietre che rappresentano la terra progenitrice.
Con la terra ricavata dalla buca interna viene delineato un “sentiero sacro”di circa 8 passi a est della capanna e poi formato un tumulo di terra che rappresenta tunkasila e dove viene deposta la cannunpa Wakan.
Sempre a Est della capanna a circa 10 passi viene acceso un fuoco che serve per scaldare le pietre e rappresenta il potere di Wakan Tanka (Grande Mistero).
Una volta che i partecipanti in maniera rituale e secondo precise regole entrano nella capanna, vengono introdotte le pietre arroventate (da un minimo di 7 fino a un massimo di 40) con un bastone biforcuto, una volta chiusa la capanna viene versata l’acqua sopra le pietre da colui che dirige la cerimonia e il calore che se ne sprigiona è molto elevato.
La cerimonia è accompagnata da preghiere e canti cerimoniali e dall’uso della cannunpa Wakan, da erbe come la salvia e l’ierocloe che sono gradite alle entità sprituali.
Generalmente la cerimonia viene suddivisa in 4 serie e dopo ognuna la capanna viene aperta per permettere un po’ di refrigerio.
E' vivamente consigliabile avvicinarsi a questo rito con rispetto e cautela visto la sacralità della cerimonia inoltre è bene assicurarsi che la persona che conduca la cerimonia sia una persona preparata e che non chieda denaro per parteciparvi, perchè se cosi non fosse è bene diffidare immediatamente.
Visto il calore e il clima di “sofferenza” che si sviluppa all’interno della capanna, se non condotta in maniera adeguata e da persona pronta ed esperta , la cerimonia può provocare malori talvolta gravi.
Ricordiamo a tutti gli amici di Sentiero Rosso di diffidare da quelle persone che propongono inipi a pagamento, associate a percorsi di sciamanesimo o corsi di ruota di medicina o dolce medicina della danza del sole, perchè sono tutte stronzate.
L'inipi deve essere condotta da chi la sa condurre. I danzatori del sole non indiani possono costruire e condurre le inipi perchè fa parte del loro percorso annuale di preparazione alla danza.
Diffidate da questi 4 coglioni che si fanno siti dicendo che sono stati autorizzati da tizio e caio a condurre le inipi, tutte stronzate che si pagano.

Don't pay to pray è la prima regola.

Chi volesse avvicinarsi a questa cerimonia in maniera reale e sana può contattarci sulla mail e verrà indirizzato verso inipi vere, condotte da persone che apprendono direttamente dai sundance leaders di Rosebud e Pine Ridge.
Disertate e boicottate eventi in cui si fanno le inipi a pagamento, anche mascherato da rimborso spese, non esiste proprio."

Alex
scritto Sakune Kansai alle 13:03 6 commenti:
giovedì 19 febbraio 2009
Disinformazione...basta!
Hola kola amici ...
Sono senza parole. ...
in questi giorni mi sto dedicando all'approfondimento del genocidio dei nativi amercani , ma in paritcolare alla squallida e tremenda storia delle Boarding School che dal 1980 sono state sedi e protagoniste di abusi e crimini su familgie e bambini nativi americani...
che vergona e il tutto contornato dalla complicità della chiesa cattolica..vergogna...allora gente per quello che possiamo, diffondiamo i video e le testimonianze che confermano questo orrore...
ormai è inutile fare affidamento sulla tv , qui in Italia si pensa solo alle misure delle veline, a Sanremo e a chi ha il telefonono migliore nella casa del Grande Fratello , che tristezza suprema....
e la gente rimane ignara di tante amenità che si sono consumate negli anni..
Allora quello che vi kiedo è semplicemente di usare la rete per diffondere piu che possiamo la verità, quelle notizie che la tv non vuole farci sapere e per tutelare la memoria di un poolo che ha sofferto troppo...
Diciamo basta...e informaimoci....
ma soprattutto informate...


http://www.nativiamericani.it/?p=612.

scritto Sakune Kansai alle 13:28 4 commenti:
venerdì 30 gennaio 2009
Buonasera amanti del Popolo degli Uomini , stasera non scriverò né articoli, né versi, ma semplicemente vorrei presentarvi un circolo culturale molto particolare e degno dell'attenzione di tutti noi amanti delle culture , delle Arti e dello Spirito ...
Che possiate come me immergervi nella lettura e nella visione di questo bel sito e chissà magari un giorno poter vivere in prima persona la magia che posti come questo possono offrire...

http://arquebuse.altervista.org












scritto Sakune Kansai alle 00:49 1 commento:
sabato 24 gennaio 2009
preghiera...
Grande Spirito,

ti chiedo di concedermi la serenità di accogliere le cose

che non posso cambiare,

il coraggio di mutare le cose che posso cambiare,

e la Saggezza di comprendere profondam

ente la differenza.

http://www.internetchi.info/utenti/chi/inuyasha/indianonelcielo.jpg
scritto Sakune Kansai alle 18:11 6 commenti:
mercoledì 24 dicembre 2008
Aguri Nativi
Buonasera gente....
Auguro ad ognuno di voi la giusta forza e il giusto coraggio per afrontare il nuovo Anno alle porte....
Vi Auguro la forza del guerriero che sa combattere senza ferire e far male,
il coraggio di chi sa lottare schivando i colpi ,
di chi sa cadere e rialzarsi sempre...
Via auguro la forza di tutti gli Elementi....affinchè...
possiate scorrere come Acqua e lasciarvi trasportare semplicemente dagli eventi senza esserne succubi ,
possiate ardere come Fuoco e scaldare il cuore di chi vi sta accanto...
possiate rispettare sempre la Madre Terra che da sempre ci accoglie come suoi figli...
...possiate essere come il Vento e spazzare via quelle foglie secche che spesso intralciano il vostro cammino...
...possiate come il Metallo riflettere sempre le tonalità piu' belle della vostra Luce ...
Vi auguro di essere sempre vioi stessi e mai nessun altro...
e di non trattare questa Terra come se ne avessimo una di riserva...

http://byfiles.storage.live.com/y1pq2XLh9Ky_USiq-MF7CS-zloukQFNm-8G6N3dinmq68xPipyYLxNnHQqWuihSzpJwHGG7r6WtHvQ


Mariella
scritto Sakune Kansai alle 19:21 8 commenti:
domenica 14 dicembre 2008
IL VECCHIO - Sandoval, Hastin Tlo'tsi hee, Navajo
da: "Il Grande Spirito parla al nostro cuore" Ed. Red
http://files.splinder.com/6cefbd20264bfacc052a9307836d73b0.jpeg
Voi mi guardate e voi non vedete in me che un brutto vecchio, ma interiormente, io sono colmo di una grande bellezza.
Sono seduto in cima a una montagna e guardo al futuro.
Vedo il mio popolo e il vostro popolo che vivono insieme.
In avvenire il mio popolo dimenticherà il modo di vivere dei suoi antenati, a meno che non l'apprenda dai libri dell'uomo bianco.
Quindi voi dovete scrivere ciò che vi dico e farne un libro affinché le generazioni a venire possano conoscere questa verità.
scritto Sakune Kansai alle 15:08 9 commenti:
venerdì 5 dicembre 2008
ritorno a casa
http://images-srv.leonardo.it/progettiweb/riservaindiana/foto/img_4538dc701b51f_middlea.jpg


Torno a scrivere dopo tanto tempo qui, su questo piccolo spazio sacro...
L'indiano che è in me per un attimo ha posato la sua armatura e lasciato che il vento guidasse
il suo destino...
Non era momento di scrivere nulla è cosi è stato, le sue piume sono state bagnate da lacrime amare e il suo cuore bisognoso di riposo e di un dolce canto che lo cullasse..
ma adesso torna a vivere e riprende il Suo Sentiero Sacro...







scritto Sakune Kansai alle 00:28 4 commenti:
sabato 15 novembre 2008
ma parliamo di Cochise
Ma parliamo di Cochise grande guerriero indiano e uomo valoroso....cercando di trarer dalle sue parole forza e coraggio e insegnamenti preziosi per le nostre vite...
http://www.sharpergraphics.com/Native%20Americans/MS-1733_Cochise.jpg

Le mie parole sono sincere, non voglio imbrogliarti, ma non voglio neanche essere imbrogliato. Ciò che voglio è una solida e duratura pace. Quando Dio creò la terra, ne diede una parte ai bianchi e un'altra agli Apache.., Perché si sono scontrati? Mentre parlo, sole, luna, terra, acqua, uccelli, animali e persino bambini non ancora nati dovrebbero rallegrarsi, I bianchi mi hanno cercato a lungo, ora sono qui. Che cosa vogliono?... Perché danno tanto valore alla mia persona? Non sono più il capo di tutti gli Apache, non sono ricco, sono solo un povero uomo. Il mondo non è stato sempre così. Dio non ci ha creati uguali a voi. Siamo nati come gli animali tra l'erba secca, non in un letto come voi. Per questo di notte ci muoviamo come animali rapiniamo e rubiamo. Se avessimo ciò che voi possedete, non avremmo bisogno di comportarci così. Non ho alcun potere sugli indiani che rubano e uccidono, altrimenti lo impedirei... Dio mi ha ordinato di venire qui. Mi ha detto che sarebbe bene vivere in pace, per questo sono venuto, Quando girava il mondo tra nuvole e aria, Dio è entrato nei miei pensieri e mi ha ordinato di fare pace con tutti, dicendo che il mondo era stato creato per tutti. Quando ero giovane e percorrevo questo paese vedevo solo apache e nessun'altra persona. Molti anni dopo viaggiai di nuovo in questo paese e vidi che altre persone erano venute, per prenderne possesso. Perché?
scritto Sakune Kansai alle 13:09 4 commenti:
venerdì 31 ottobre 2008
Preghiera ...


Mai come in questo momento sento mie queste parole...
e spero almeno che la saggezza indiana mi permetta di ritrovare quella Forza
che momentaneamente mi ha abbandonato...

http://files.splinder.com/3d6d871cc3525b63de288439a8578e31.jpeg

"Oh, Grande Spirito, la cui voce ascolto nel vento,

il cui respiro da vita a tutte le cose.
Ascoltami; Io ho bisogno della tua forza e della tua saggezza.
Lasciami camminare nella bellezza,
e fa che i miei occhi sempre ammirino il rosso e purpureo tramonto.
Fa che le mie mani rispettino la natura in ogni sua forma
e che le mie orecchie rapidamente ascoltino la tua voce.
Fa che sia saggio
e che possa capire le cose che hai pensato per il mio popolo.
Aiutami a rimanere calmo e forte
di fronte a tutti quelli che verranno contro di me.
Lasciami imparare le lezioni
che hai nascosto in ogni foglia ed in ogni roccia.
Aiutami a trovare azioni e pensieri puri
per poter aiutare gli altri.
Aiutami a trovare la compassione
senza la opprimente contemplazione di me stesso.
Io cerco la forza, non per essere più grande del mio fratello,
ma per combattere il mio più grande nemico: Me stesso.
Fammi sempre essere pronto a venire da te
con mani pulite e sguardo alto.
Così quando la vita appassisce,
come appassisce il tramonto,
il mio spirito possa venire a te senza vergogna"
origine sconosciuta
Tramandata da Tatanka Mani (Bisonte che Cammina)
scritto Sakune Kansai alle 21:56 10 commenti:
mercoledì 15 ottobre 2008
stasera....
Questa è una di quelle sere in cui vorrei isolarmi da tutto e tutti e perdermi nell'infinito...
Vorrei ascoltare la voce del vento e il canto degli alberi..
danzare a piedi scalzi sotto la pioggia e lasciare che le gocce pian piano scivolino sulla mia pelle ...sino a rinfrescare ogni mio pensiero..
Vorrei ascoltare la voce del Grande Spirito e lasciare andare ogni paura, tristezza e debolezza via da me...Vorrei vivermi questa sera in cui sento il desiderio di assaporare la Natura, le bellezze del Creato, in cui vorrei poter urlare al cielo ogni cosa che ho dentro ....
Vorrei ammirare trepidante l'arrivo di un Temporale e lasciare che tuoni e fulmini imprimano in me quella Forza Necessaria per continuare a camminare e assaporare le bellezze della Madre Terra...
Vorrei....

http://www.tecnocino.it/img/Temporale.jpg

Mariella
scritto Sakune Kansai alle 20:34 5 commenti:
Etichette: pensieri, riflessioni
domenica 12 ottobre 2008
felicità,,,
scritto Sakune Kansai alle 17:01 5 commenti:
Etichette: capi indiani, msestri, preghiere, vita
sabato 11 ottobre 2008
A Genova con e per i diritti dei Nativi Americani
Sono con voi con lo Spirito e la Mente...

http://www.nativiamericani.it/wp-content/uploads/2008/07/comitato11ottobre.jpg

11-12 ottobre 2008 Genova

"Il Comitato “11 Ottobre”, formato da gruppi e associazioni che da molti anni si
battono per il diritto all’autodeterminazione di tutti i popoli indigeni, si è costituito a Genova il 13 aprile
2008 allo scopo di diffondere la conoscenza di una storia diversa da quella scritta dai vincitori e promuovere
iniziative di supporto a tutte le rivendicazioni che oggi, faticosamente, i popoli nativi portano avanti.
Proponiamo, per l’11 e 12 ottobre, incontri ed eventi culturali che vedranno protagonisti esponenti principalmente
della cultura nativa americana (scrittori, artisti, danzatori, …) che testimonieranno quanto
ancora oggi sia viva la propria cultura e quanto sia importante resistere “in positivo” per realizzare spazi
autonomi di sovranità e autodeterminazione.
Infine, le due giornate rappresentano l’occasione per lanciare una campagna per richiedere al Parlamento
italiano l’istituzione di una Giornata della memoria del genocidio dei popoli indigeni in corrispondenza
dell’11 Ottobre. La scelta di questa data vuole ricordare, in modo simbolico, l’ultimo giorno di libertà
dei popoli indigeni americani, nella speranza che il cerchio spezzato si possa ricomporre per le generazioni
future.


Al Comitato 11 Ottobre aderiscono:
· Associazione A Sud (Roma)
· Associazione ECOcentrici (Roma)
· Associazione Gaia Terra (Roma)
· Associazione Huka Hey (Pordenone)
· Associazione Hunkapi (Genova)
· Associazione IL CERCHIO (Coordinamento nazionale)
· Associazione Kiwani-Il Risveglio - (Firenze)
· Associazione Sesto Sole (Bergamo)
· Associazione Soconas Incomindios (Torino)
· Associazione Wambli Glesca (Ravenna)
· Coordinamento Ligure Donne Latino Americane (GE)
· Gruppo Heyata (Vicenza)
· Gruppo Osimo-Ancona
· Gruppo di solidarietà “Time for Peace” (Camogli)
· “MAPUCHE”, Associazione d’amicizia con il popolo Mapuche (Como)
Aderiscono all’iniziativa:
· Associazione Akicita (Bergamo)
· Associazione Segnali di Fumo (Orvieto)
· Coordinamento per la difesa di Monte Graham (Modena)
· Nativi Americani.it (Livorno)
· ItalyAIM.it (Roma)
scritto Sakune Kansai alle 13:29 3 commenti:
Etichette: eventi
domenica 5 ottobre 2008
MANCA POCO...
Ragazzi vi invito a firmare la petizione per abolire il Colombus Day....
Il 7 ottobre è vicino e immagino quanta gente soffrirà nel ricordare quanto accaduto allora...
Io non voglio dimenticare, mai.....

AIUTIAMO I NATIVI AMERICANI!


L'immagine “http://www.i-italy.org/files/imagecache/600x/files/still_photos/Means_1191804315.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

scritto Sakune Kansai alle 21:37 5 commenti:
martedì 30 settembre 2008
proverbio saggio
LUNGO IL CAMMINO DELLA VOSTRA VITA
FATE IN MODO DI NON PRIVARE GLI ALTRI DELLA FELICITA'.
EVITATE DI DARE DISPIACERI AI VOSTRI SIMILI,
MA AL CONTARIO,
VEDETE DI PROCURARE LORO GIOIA OGNI VOLTA CHE POTETE!

(Proverbio Sioux)

L'immagine “http://digilander.libero.it/powathan/immagini/indian2.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.
scritto Sakune Kansai alle 21:58 9 commenti:
lunedì 22 settembre 2008
Chi è l'indiano?
L' indiano

L'immagine “http://www.scully.it/diario_pellerossa/indiano.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.


La figura piumata e avvolta nella coperta dell'indiano d'America, è assunta a simbolo di questo continente.
L'Indiano d'America è l'uomo che , nel corso dei secoli, è stato sbozzato e modellato dalla stessa mano che ha formato le montagne , le foreste, le praterie e h tracciato il corso dei fiumi.
l'Indiano appartiene questo suolo, che si tratti della regione delle foreste ,delle praterie, dei peublos,delle mesas.
Egli si inserisce nel paesaggio, perchè la mano che ha formatoil continente, ha foggiato anche l'uomo adatto all'ambiente; e un tempo quest' uomo cresceva liberamente , proprio come i fiori di campo.
Un fisico taglaito su misura permise all' uomo lo sviluppo di certe abilità, di certe manualtà che oggidi si definiscono americane.
E il corpo avea un' anima , anch' essa formata e modellata con lo stesso senso magistarle dell' armonia.
Dal mododi accosartarsi dell'indiano all'esistenza,derivò una grande libertà, un intenso amore per la natura, un rispetto per la vita, un fede profonda nel Potere Supremo e i principi di veirtà, onesta, generosità , giustizia e fratellanza.

(Capo Orso In Piedi Sioux)
scritto Sakune Kansai alle 23:32 6 commenti:
La virtù di un nativo americano secondo i loro Comandamenti:


Coraggio,

Forza d'animo,

Generosità,

Altruismo, Pazienza,

Tolleranza,

Umiltà,

Saggezza.



..Un esempio per tutti noi....

Няма коментари:

Публикуване на коментар